Giochi di carte: quali sono i più famosi e giocati?

Scopriamo insieme i giochi di carte più amati

Giochi di carte tradizionali e da casinò

I giochi di carte, una categoria che tutti abbiamo imparato ad amare da piccoli. La Scopa, il Rubamazzo, il Sette e mezzo: la nostra tradizione di giochi di carte è piena di divertimento e anche abilità. Molti di noi hanno poi preso confidenza con giochi di carte da casinò: il poker, il blackjack, il baccarat. Vediamo insieme i giochi di carte più famosi e giocati in tutto il mondo.

Le carte da gioco: la storia

Non tutti sanno che le carte da gioco hanno origini molto antiche. Si pensa infatti che siano state inventate in Cina e intorno al X secolo. Si pensa che il gioco più diffuso all’epoca fosse il ganjifa. Dall’estremo oriente le carte da gioco arrivarono in Persia, per poi raggiungere i paesi sotto la dominazione araba. Nel Medioevo gli arabi avevano già strutturato un modello delle carte in uso ancora oggi.

La diffusione in Europa, avvenuta attraverso il popolo dei Mamelucchi egiziani, risale al XIV secolo. Le carte formavano un mazzo da 52, diviso in quattro semi: coppe, denari, spade e bastoni da polo. Attraverso i secoli, le carte sono leggermente cambiate in base alla struttura della società. Ad esempio, nel XV secolo sono nate le carte che rappresentavano le famiglie reali e nobili.

La forma delle carte cambia anche in base all’area geografica: in India, ad esempio, le carte da gioco sono circolari! Inoltre possono avere fino a 12 semi diversi, a differenza delle carte utilizzate in Europa, che ne hanno solo 4.

Giochi di carte tradizionali

Rientrano nella categoria dei giochi di carte tradizionali tutti quelli che fanno parte appunto della tradizione italiana. Quasi tutti i giochi di carte tradizionali hanno una versione in cui si possono vincere soldi reali, e altre a cui si può giocare gratuitamente sui casinò online. Alcuni esempi celebri sono:

Briscola: uno dei giochi più famosi e diffusi in Italia, si gioca con il mazzo da 40 carte e in genere in due oppure in quattro a coppie, ma si può anche togliere il 2 di coppe dal mazzo e divertirsi in tre giocatori. Si basa sulla presenza della “briscola”, ovvero del seme che prenderà su tutti gli altri. Il punteggio totale è di 120, vincerà il giocatore o la coppia che otterrà più di 60 punti.

Rubamazzo: si tratta di una versione semplificata della Scopa, si gioca in genere in due, ma si può giocare anche in tre o in quattro. Lo scopo del gioco è ottenere alla fine delle mani il più alto numero di carte. I giocatori possono raccogliere carte da terra e dovranno lasciare l’ultima carta presa del proprio mazzo scoperta. A quel punto gli altri giocatori potranno “rubare” il mazzo se avranno una carta di uguale valore rispetto a quella scoperta.

Sette e mezzo: è diventato rapidamente un gioco incluso nell’offerta dei casinò online, anche considerando la sua somiglianza con il 21, o blackjack. Lo scopo del gioco è avvicinarsi il più possibile al valore di Sette e mezzo. Si parte con una carta in mano: ogni giocatore può aggiungere una carta, oppure semplicemente “stare” con quella che ha. Le figure valgono mezzo punto, mentre il Re di denari vale come “Matta”. La Matta è un Jolly che può assumere qualsiasi valore (un punto intero o mezzo punto, ma non un punto e mezzo!).

Scopa: uno dei più classici tra i giochi di carte, diffuso in tutta Italia già nel XVIII secolo, anche se potrebbe avere origini più antiche. Si può giocare in due, in tre e anche in quattro a coppie. Lo scopo del gioco è ottenere il punteggio più alto, dato da:

  • denari: 1 punto per il giocatore o la coppia che ne raccoglie di più,
  • settebello: 1 punto per chi raccoglie il 7 di denari,
  • primiera: 1 punto per chi ottiene il maggior punteggio con quattro carte, una per seme. I valori sono 7 (21 punti), 6 (18 punti), Asso (16 punti), 5 (15 punti), 4 (14 punti), 3 (13 punti), 2 (12 punti), fante, cavallo e re (10 punti),
  • carte: 1 punto per chi ne raccoglie di più,
  • scope: 1 punto per ogni volta che i giocatori riescono a raccogliere tutte le carte sul tavolo con una singola giocata.

Solitario: un gioco che tutti conosciamo anche grazie alla versione presente sui PC Windows. È un ottimo passatempo per rilassarsi in pausa dal lavoro. Come suggerisce il nome, si gioca da soli, con lo scopo di ordinare tutte le carte dello stesso seme in mazzetti in ordine crescente o decrescente, in base alla variante. Infatti esistono molte versioni del Solitario: quello più conosciuto e giocato anche nei casinò online è il Klondike. Altre versioni sono lo Spider, il Freecell, il TriPeaks e molte altre varianti. Nel Solitario classico, le carte vanno spostate alternando i colori. Questo significa che si può mettere sotto un 10 di picche solo un 9 di cuori o di quadri.

Scala 40: molto diffuso, si gioca con un mazzo di carte francesi da 54 (dunque si lasciano i Jolly). Si può giocare da due a sei giocatori. Lo scopo del gioco è creare delle combinazioni (scale, tris o poker) da “calare”, cioè da mettere sul tavolo. Questo si dovrebbe fare prima degli altri giocatori! A ogni turno si pesca una carta, si sceglie se calare o aggiungere delle carte ad altre combinazioni presenti sul tavolo, e poi si scarta una carta. Per calare la prima volta, bisogna che la combinazione o le combinazioni totalizzino un punteggio di almeno 40, da cui il nome.

Giochi di carte da casinò

Oltre ai giochi di carte tradizionali, in Italia si sono ormai diffusi tutti i principali giochi di carte da casinò. Alcuni di questi fanno ormai parte dell’immaginario collettivo e sono tra i più giocati nei casinò online. Vediamone alcuni:

Poker: senza dubbio il re dei giochi di carte da casinò. Il poker è il gioco di carte più giocato in rete, grazie anche ai casinò con depositi bassi che permettono di spendere poco per iscriversi ai tanti tornei online. Su internet esistono moltissime varianti del poker: non solo il poker ‘all’italiana’ e il celebre Texas Hold’em, ma anche il Caribbean Stud, che sta prendendo sempre più piede nei casinò.

Blackjack: ha avuto una rapidissima ascesa in Europa e ad oggi nessuno lo chiama con il suo nome italiano, 21. Si gioca sempre contro il banco, e ne esistono diverse varianti. Le più interessanti sono il Blackjack Surrender, in cui il giocatore può riprendersi metà della puntata se “si arrende” quando pensa all’inizio del gioco che il banco potrebbe avere un blackjack, oppure il Live Speed Blackjack, in cui ogni giocatore ha solo 7 secondi per decidere cosa fare, dando così al gioco un ritmo più rapido.

Baccarat: un gioco sempre più famoso che affonda le sue radici nel XV secolo. Oggi si trova in tutti i migliori casinò anche online, nelle sue diverse varianti. Degli esempi sono il Punto Banco, la versione più classica, lo Chemin de Fer e il baccarat banque. Nel Punto Banco si può puntare sul giocatore (Punto), sul Banco e anche sul Tie, cioè il pareggio. Il baccarat è un gioco molto particolare in cui le decisioni del giocatore non hanno un impatto significativo, per questo è molto amato anche dai giocatori principianti.

Live Hi-Lo: un gioco di carte estremamente semplice! Consiste nel predire se la carta successiva sarà più alta o più bassa di quella precedente. Ovviamente le vincite variano in base al valore della carta scoperta. Se la carta scoperta è bassa, come ad esempio un 3, allora puntando su una carta più bassa la vincita sarà alta, mentre puntando su una carta più alta si riceverà poco più che la cifra puntata. Un meccanismo molto basico, che appassiona giocatori esperti che provano ad applicare strategie, e anche principianti, attirati proprio dalla semplicità delle regole.

E voi, che gioco di carte preferite?

Voti dei giocatori

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 2

Casinolupo » Blog » Giochi di carte: quali sono i più famosi e giocati?