Texas Hold'em: Quale mano batte quale?

Il Texas Hold'em è un popolare gioco di poker che si può giocare tra due o più persone. Ogni giocatore riceve due carte coperte e in ogni mano si gioca con un massimo di cinque carte che saranno le stesse per ogni giocatore e distribuite dal mazziere a ogni mano. Si tratta di carte che vengono condivise da tutti i giocatori che scelgono di giocare quella mano.

I giocatori possono giocare con una, entrambe o nessuna delle due carte e il giocatore che ha la mano combinando cinque carte più alte vince il piatto. E la bellezza e la complessità di Hold’em è che il fatto che alcune carte sono condivise in alcuni casi i piatti possono essere divisi tra diversi giocatori che hanno mani dello stesso valore.

Casinò live italiani 2020

Classifiche delle mani del Texas Hold'em

Nel Texas Hold'em, la migliore mano di poker è la scala reale, seguita da una scala reale e via decrescendo.

In altre varianti del poker le mani possono essere diverse. Quando si gioca a Razz, per esempio, A-2-3-3-4-5 è la mano migliore, mentre se si gioca a tre carte avere in mano 3-3-3 batte persino l’A-A-A.

Poiché il Texas Hold'em è la variante più popolare giocata online e nei casinò al momento, ci concentreremo sulla classifica delle mani:

Scala Reale

Una scala reale è 10-J-Q-K-A dello stesso seme.

Scala a colore

Scala di cinque carte, che non compongano la Scala reale dello stesse seme.

Poker

Quattro carte dello stesso valore di quattro semi diversi.

Full

Il full è composto da un tris e da una coppia.

Colore

Colore è composto da cinque carte che non formano una scala, ma dello stesso seme.

Scala

Cinque carte che formano una scala, ma di seme differente.

Tris

Il tris è composto da tre carte uguali e due carte spaiate.

Doppia coppia

La doppia coppia è composta da due coppie e una carta spaiata.

Coppia

La coppia è composta da due carte dello stesso valore e tre carte spaiate.

Carta alta

Mano in cui non si ha alcuna combinazione e in cui conta la carta più alta che si ha in mano.

Mano di Hold’em: le probabilità

Mano di Hold’em: le probabilità

Carte extra e poste divise

La maggior parte delle mani che abbiamo visto contiene delle carte spaiate, si tratta di certe extra che possono però decidere il vincitore di una mano e la suddivisione della posta.

Ad esempio

Il giocatore 1 ha A-A-K-K-3

Il giocatore 2 ha A-A-K-K-7

La carta extra più alta è il 7 e quindi in questa mano il giocatore 2 vincerebbe la mano.

Tuttavia, nel Texas Hold’em succede relativamente spesso che possa esserci una posta divisa tra più di un giocatore.

Ad esempio

Il giocatore 1 ha 10-J-Q-K-A

Il giocatore 2 ha 6-7-8-9-A

Il mazziere ha 2-2-2-2-3

Nonostante il Giocatore 1 abbia una scala, la migliore mano per entrambi i giocatori è 2-2-2-2-A (poker di due con A come carta extra più alta). 

In questo caso la posta si potrebbe dividere tra i due giocatori.

Migliori mani – come si classificano?

Migliori mani – come si classificano?


Conoscere quali siano le migliori mano è importante, ma è utile anche sapere la frequenza con cui si possono ottenere questo genere di mani.

Ed è ancora più essenziale capire quante volte si può vincere se si ha una determinata mano.

Una coppia vince ogni 220 mani (e se si è fortunati più spesso), quindi si tratta di una mano che vince raramente. E tra le coppie ovviamente quelle con carte alte sono le migliori. Ad esempio, una coppia di assi vince nel 85% dei casi e una coppia di re vince l’82% delle volte, mentre una coppia di regine ha una percentuale di vincita di poco inferiore all’80%. E pian piano le percentuali calano con una coppia di fanti che vince il 77% delle volte, mentre una coppia di sette vince nel 65% e una coppia di due vince il 49% delle mani. Ma ovviamente è necessario ricordarsi che la valutazione delle due carte che si hanno in mano dipende molto dagli altri giocatori, dalla fase del torneo e dalla posta in palio.

Casinolupo » Blog » Texas Hold’em